poesie sociali

Frammento – poesia di Miklós Radnóti

(Töredék – 1944)

Ho vissuto su questa terra in un’epoca
quando l’uomo è diventato talmente vile
che di notte uccideva per puro piacere
e non solo al commando,
e mentre credeva in falsi miti, agitandosi,
sua vita fu intrecciata da deliri selvaggi.

Ho vissuto su questa terra in un’epoca
quando fare la spia era un merito;
quando l’eroe era il traditore, il Leggi tutto...

spacer

Saluto a Thomas Mann – poesia di Attila József

(Thomas Mann üdvözlése 1937)

Come un bambino che riposare vuole,
arrivato al letto finalmente,
ti prega: resta e racconta,
(così della notte non ha paura)
e quando il suo piccolo cuore batte forte,
non sa neanche lui, cosa vuole,
la fiaba o che tu resti là:
così ti preghiamo, siediti qui tra noi e racconta.
Ripeti ciò che hai detto, sebbene ci Leggi tutto...

spacer

Oh, quante volte vi vedo – poesia di Dezső Kosztolányi

(Ó, hányszor látlak mégis bennetek )

Oh, quante volte vi vedo
Piccoli fratelli miei, bambini in stracci.
In giardini brinati, sotto la mia finestra,
là vi ribellate, muti, senza paura,
sotto l’ombra dei pini, in neve e nebbia.
Il piccolo muratore quanto è inzaccherato,
come pallido il piccolo magnano,
il figlio del carpentiere è come Gesù,
Leggi tutto...

spacer

La preghiera di Giona – poesia di Mihály Babits

(Jónás imája)

Ormai mi abbandonano le parole,
o sono diventato io come
un fiume straripante,
senza argini e senza méta,
tante vecchie inutili parole
trascino con me,
come porta il torrente
i pali arginanti e le dighe
con sè, errante.
Magari desse il Signore
al mio ruscello un letto
per portarmi sicuramente
verso il mare,
Leggi tutto...

spacer

Scendi dalle stelle – poesia di Sándor Márai

56

Angelo, scendi dalle stelle, va’ a Budapest,
va’ veloce, tra rovine bruciate e fredde,
dove tra i carri armati russi tacciono le campane.
Dove non brilla Natale,
non ci sono addobbi sugli alberi,
non c’è altro che freddo, gelo e fame.
Di’ a loro che lo sappiano,
parla ad alta voce nella notte,
angelo, porta loro il mistero di Natale.

Sbatti veloce le ali, vola veloce
Leggi tutto...

spacer