Re Mattia e il pastore che non mentiva mai

Il re di un paese vicino andò in visita dal re Mattia. Si salutarono come vecchi amici.
L’altro re disse a Mattia:
– Ho sentito che hai una pecora dalla pelliccia d’oro.
– E’ vero – disse Mattia – Tra le mie pecore ce n’è una dalla pelliccia d’oro, e il pastore non ha mai detto una bugia.
Disse l’altro re:
Leggi tutto...

spacer

Il sasso freddo

 (A kihûlt kavics)

Reka era una bellissima bambina: aveva lunghi capelli che il sole accarezzava ogni mattina e sorridevano anche le nuvole, se lei si affacciava dalla finestra. Aron abitava nella casa accanto, aveva la stessa età. Anche lui era bello ma, mentre di Reka si diceva che fosse tranquilla, calma, di lui si riteneva che fosse una peste.
Reka era nata malata, a sei anni sembrava Leggi tutto...

spacer

Re Mattia e il vecchio contadino

Una volta re Mattia, mentre girava il paese per vedere come viveva la povera gente, incontrò un vecchio contadino. Con il re c’era anche la sua corte: tutti signori potenti. Il re salutò il vecchio:
– Onore a te, o vecchio!
– Grazie a mia moglie.
– Quanti soldi guadagni?
– Sei soldi, maestà.
– E di quanto vivi?
– Di Leggi tutto...

spacer

Non posso saperlo – poesia di Miklós Radnóti

(Nem tudhatom …, – 1944)

Per gli altri questo posto che significa,
non posso saperlo,
per me è la patria, questo piccolo paese,
il luogo della mia infanzia lontana e felice.
Come un ramo debole dal tronco dell’albero,
da esso sono cresciuto e spero che qua sarò anche sepolto.
Sono a casa. E se un cespuglio si china davanti a me,
conosco Leggi tutto...

spacer

Prologo – poesia di Frigyes Karinthy

Non posso dirlo a nessuno,
lo racconterò quindi a tutti,
ho provato a sussurarlo
dalla bocca all’orecchio
di ognuno di voi il mistero,
sempre lo stesso,
che non si può conoscere
solo come singoli individui.
Il mistero, per cui tempo fa
nacqui in sangue e sporcizia,
la parola, il mistero, il miracolo
per trovare qualcuno
e sussurargli: diffondilo.

Non posso dirlo a nessuno,
lo racconterò Leggi tutto...

spacer