Archives

Da anima ad anima – poesia di Árpád Tóth

(Lélektõl lélekig – 1923)

Stanotte sto alla finestra
e attraverso la lontananza
nell’occhio raccolgo la luce
di una stella tremante.

Attraversa bilioni di miglia,
corre in spazi gelati,
neri e aridi, senza stancarsi,
chissà da migliaia di anni.

Questo messaggio del cielo
ora mi arriva nell’occhio,
e là muore felice, mentre
chiudo le stanche palpebre.

Per gli scienzati, lo so io
Leggi tutto...

spacer

L’innestatoio di Dio – poesia di Árpád Tóth

(Isten oltókése, 1928)

Soldi, salute, successo,
agli altri hai dato di più,
ma io non Ti accuso, Signore,
e non mi lamento con te.

A soffrire non sono certo il primo,
benedico la lama del tuo coltello
con cui mi trafiggi di nuovo;
della rabbia degli stupidi sorrido.

Perché so e sento che tu mi ami,
benedetto il tuo innestatoio
che serve per far sorgere
nuova bellezza in me.

Soffro, ma stringo le Leggi tutto...

spacer